Dal 1 gennaio 2019 il Comune di Nave San Rocco si è fuso nel Comune di Terre d'Adige

Aspetto religioso

di Lunedì, 26 Maggio 2014

Aumentando il numero degli abitanti si sentì la necessità di costruire un edificio sacro per poter con più comodità adempiere i propri doveri religiosi, senza dover portarsi a Mezzocorona o a Mezzolombardo. Il piccolo tempio risalente al Quattrocento, fu dedicato ai santi Rocco e Sebastiano patroni contro le malattie causate dalla situazione del territorio piuttosto paludoso ed anche per avere un aiuto contro i pericolosi contagi come la peste e poi il colera.

La curazia di Nave San Rocco risale alla fine del Seicento; abbiamo così la presenza di un sacerdote residente in paese; la curazia fu elevata al rango di parrocchia nel 1953; col 1969 una parte della frazione di Nave San Felice, sotto l'aspetto religioso, è stata unita alla parrocchia di Nave San Rocco; ormai il grande fiume non costituisce alcun confine invalicabile.